Prev Next

Denis Santachiara

Inizia la sua attività nel 1980 ed è da subito attratto dalle potenzialità poetico-linguistiche del mondo artificiale e delle nuove tecnologie e dai processi estetici che ne possono nascere in ambito industriale.Realizza opere al confine tra arte e design, che vengono esposte alla Biennale di Venezia, a documenta 8 di Kassel, alla Triennale di Milano e alla Quadriennale di Roma.Ha curato numerose mostre, tra cui “La Neomerce” (1984) alla Triennale di Milano e al Centre Pompidou di Parigi e “I Segni dell'Habitat” (1986) presentata al Grand Palais di Parigi e al Berlage Museum di Amsterdam. Ha inoltre curato l’allestimento della mostra “New Persona” per la Biennale di Firenze, tra 1996 e 1997.Come architetto e interior designer progetta - tra il 1988 e il 1992 -gli interni della Certosa di Avignone per il Ministero della Cultura Francese e il Museo della magia a Blois. Nel 1993 firma gli arredi per la piazza di Toyama in Giappone e nel 1994-95 gli interni dell'Art’otel di Dresda.Come product designer ha collaborato e collabora con note aziende del design a livello internazionale. Per FontanaArte ha disegnato la sospensione Aurea nel 2005.Riceve numerosi premi e riconoscimenti, tra cui il Compasso d’oro (1986), il Good Design Award dal Chicago Athenaeum Museum of Architecture and Design (1999), il Design World (2000).